FoodTurismo

Il Molise alla ribalta su UnoMattina e Sole 24 Ore

La regione diventa trending topic sui media mondiali

Non pare arrestarsi l’ondata di news e approfondimenti che nell’ultimo periodo sta coinvolgendo la regione: il Molise alla ribalta anche su UnoMattina e Sole 24 Ore. Come spesso accade nel mondo digitale di oggi, una volta diventata trending topic sui social media, l’eco di una news si amplifica a dismisura sviluppando ulteriore interesse e dibattiti. Il Molise è passato da regione che non esiste a fantastica meta di vacanze e residenza, una sorta di ultima Thule del turista 2.0, nel breve volgere di qualche settimana, dopo decenni di completo disinteresse.

Giornali e TV

Quest’oggi segnaliamo l’interesse di due pezzi da novanta dell’informazione italiana, uno video l’altro cartaceo: UnoMattina e Il Sole 24 Ore.

La storica trasmissione di Rai Uno ieri mattina ha dedicato un ampio servizio alle bellezze della regione, sia naturalistiche che storiche ed enogastronomiche, ed effettuato un collegamento in diretta dal sito archeologico di Altilia, presente l’assessore regionale al Turismo, Vincenzo Cotugno. In studio, il noto geologo Mario Tozzi, che ha fatto ricerca in Molise, ha approfondito aspetti culturali e naturalistici della regione. Per chi volesse, la puntata è disponibile su RaiPlay qui.

Nello stesso giorno anche lo storico ed autorevole quotidiano milanese Il Sole 24 Ore ha dedicato al Molise un articolo nella sezione arte e turismo del giornale. Un articolo, sulla scorta di quello pubblicato dal Gambero Rosso, focalizzato più sul food e l’arte culinaria che su altre peculiarità della regione. Si intervistano infatti noti chef del luogo e si esaminano pietanze particolari legati a questa terra ed i suoi prodotti. La versione online dell’articolo è disponibile qui.

Successo

Una simile esposizione mediatica verso la regione ha enormemente aumentato la visibilità di questa piccola terra, portandola di colpo alla ribalta internazionale e sollevando un tangibile interesse per gli amanti del viaggio, della cucina e della storia. Se tutto questo successo mediatico si concretizzerà in interesse reale e tangibile lo si vedrà già nel breve termine: gli operatori in regione si dicono fiduciosi e pronti ad accogliere i frutti di questo exploit virtuale. Anche la candidatura al Mibact di Isernia a capitale nazionale della cultura per il 2021 potrebbe senz’altro giovare di questa massiccia promozione e questo sarebbe un gran colpo per un definitivo sviluppo turistico regionale, una vetrina senza eguali.

Tags
Mostra altro

Articoli Correlati

Back to top button
Close